Negli ultimi tempi la parola Mindfulness appare sempre di più nelle nostre vite. Ne sentiamo parlare in tv, al lavoro, a scuola, online, ma cos’è esattamente e a cosa serve? È forse una nuova moda?

Scopriamolo insieme!

Mindfulness? Che cosa significa?

Mindfulness è la traduzione inglese della parola “sati” che in lingua pali significa “consapevolezza”.

Come è facilmente intuibile, si intende una filosofia di vita, un’attitudine che si coltiva principalmente attraverso la pratica della meditazione, ma anche svolgendo le azioni quotidiane in modo consapevole. È un modo di approcciarsi alla vita dove si pone l’attenzione al momento presente in modo intenzionale e non giudicante.

La Mindfulness è quindi una disciplina che ci insegna a sostituire sempre di più il pilota automatico con un approccio alla vita più sano, saggio e consapevole.

Le origini della Mindfulness

La “filosofia” mindfulness ha origine dalle tradizioni contemplative buddiste; si parla, quindi, di una storia di oltre 2500 anni.

La diffusione e lo sviluppo delle tecniche, però, lo dobbiamo a Jon Kabat-Zinn, biologo e scrittore statunitense, fondatore della Stress Reduction Clinic e del Center for Mindfulness in Medicine, Health Care and Society presso la University of Massachusetts Medical School.

Kabat-Zinn è stato il primo ad integrare la pratica di consapevolezza in un programma clinico. Alla fine degli anni ’70, infatti, sviluppò un corso di pratiche di consapevolezza che potesse aiutare pazienti affetti da malattie e disabilità gravi e croniche che non avevano riscontrato benefici dalle tradizionali cure.

Da qui ha origine il protocollo per la riduzione dello stress basato sulla mindfulness (Mindfulness-Based Stress Reduction: MBSR).

Non si tratta di una moda, ma di una pratica ampiamente studiata e sviluppata per aiutare le persone a ridurre lo stress e i suoi effetti sul corpo e la mente. Numerosi sono gli studi scientifici che provano gli effetti benefici di questa pratica. Nel mio libro ne cito alcuni, ma ti invito a visitare il sito PubMed.gov, il più vasto e potente motore di ricerca di articoli scientifici del mondo, per approfondire.

Perché praticarla? I benefici

Come ti ho già accennato, lo scopo della mindfulness è quello di far raggiungere al paziente o al praticante la consapevolezza di sè, dei propri pensieri e delle proprie emozioni in modo intenzionale e non giudicante. Grazie a questa consapevolezza del qui ed ora la persona è capace di accettare se stessa e la realtà che la circonda senza ansia, stress e rassegnazione. L’aiuta a vivere in modo più sano, saggio, attivo e propositivo.

La mindfulness:

  • Aiuta a riconoscere le emozioni, a sentire come si manifestano nel corpo e a non farsi trascinare da esse.
  • Ci aiuta a sviluppare un pensiero non giudicante, permettendoci di vivere senza pregiudizi, preconcetti e a goderci di più il momento.
  • Migliora la fiducia in noi stessi e la nostra serenità e di conseguenza anche la nostra autostima.
  • Migliora la nostra capacità di concentrarci ed essere più focalizzati su ciò che stiamo facendo.
  • Diminuisce lo stress causato dai ritmi moderni della vita. Ci insegna a dirigere la nostra attenzione su quello che stiamo facendo e di conseguenza a riconoscere la differenza tra fattori di stress reali e quelli immaginari.
  • Ci aiuta a fare una scelta ponderata. Quando siamo subissati da mille input e quando siamo confusi, non riusciamo a prendere decisioni lucidamente. Con la pratica della consapevolezza, anche nei periodi particolarmente stressanti, la nostra mente ha una visione più chiara della situazione e riesce a decidere con più serenità. Una mente più lucida e focalizzata è più capace di affrontare le situazioni negative. Essere presenti al 100% ci permette di tenere sotto controllo le nostre emozioni e a rispondere meglio difronte al problema. Una mente consapevole è una mente che non agisce impulsivamente, ma che riflette prima di agire.
  • Migliora la capacità di ascolto, riducendo, di conseguenza, le incomprensioni con le altre persone.
  • Migliora i rapporti con gli altri. Quando impariamo ad ascoltare, a non giudicare e a non avere preconcetti derivati dalle nostre esperienze passate, diventiamo più tolleranti, empatici e inclini alla comprensione di chi ci sta accanto.
  • Aiuta la nostra mente ad aprirsi a nuove possibilità ed opportunità, permettendoci di evolvere e scoprire nuovi modi di vivere.
  • Migliora la nostra reazione al dolore fisico. Accettando il dolore senza combatterlo o reprimerlo, la sensazione diventa meno intensa e più sopportabile.
  • Aumenta le difese immunitarie e riduce la risposta infiammatoria. La meditazione mindfulness viene usata anche per migliorare la risposta alle malattie infiammatorie e autoimmuni.

Questi sono solo alcuni dei benefici della pratica della mindfulness; ti invito a sperimentare tu stesso per trovarne altri.

La meditazione mindfulness

Come accennavo prima, la mindfulness è profondamente legata alla meditazione. Su questo sito potrai trovare diversi video che ti aiuteranno a meditare. Se acquisterai il mio libro avrai diritto anche ad altre 14 tracce audio che potrai ascoltare direttamente nell’area riservata o scaricarle sul tuo smartphone, tablet o pc.

La meditazione mindfulness non è nient’altro che una pratica per aumentare la tua consapevolezza di te stesso e del mondo che ti circonda, aiutandoti a vedere la realtà per quello che è. Riuscirai ad individuare le trappole mentali in cui tendi a cadere e ad affrontare il quotidiano da un’altra prospettiva.

Per approfondire il discorso della meditazione ti invito a leggere il mio articolo a riguardo. Troverai maggiori informazioni che ti guideranno nella pratica.

Prova tu stesso: la meditazione mindfulness dei 5 sensi

Questa meditazione mindfulness ha lo scopo di guidarti verso la consapevolezza di te stesso e del tuo corpo portando l’attenzione sui tuoi 5 sensi.

Prima di iniziare scegli un luogo comodo e confortevole dove potrai rilassarti completamente e lasciare andare tutti i pensieri, le preoccupazioni e le ansie della vita quotidiana.

Se ti è possibile accendi una candela profumata o un incenso che ami o un diffusore di aromi. Ti aiuterà durante la pratica. Se non hai nulla di tutto ciò a tua disposizione metti qualche goccia di profumo sui polsi o usa una crema profumata.

Siediti su una sedia, su un cuscino per terra o sul letto, avendo cura di tenere la schiena dritta.

Ti lascio al video:

Il mio libro

Se sei interessato ad approfondire il discorso, ad imparare delle tecniche utili e a creare la tua routine ideale per diventare un vero maestro nella Mindfulness, ti consiglio di iscriverti alla mia newsletter. Ti avviserò non appena il mio libro “Mindfulness? Questione di prospettiva” sarà in vendita su Amazon.

Tranquillo, odio lo spam e gli invii eccessivi quanto te! Ti scriverò solamente per darti notizie interessanti e senza intasarti la casella di posta!

Il mio canale YouTube

Iscriviti al mio canale YouTube perchè ogni mese pubblicherò nuove meditazioni semplici, veloci ed efficaci.

A presto!

Mindfulness? Questione di prospettiva

“Solo una presenza consapevole e focalizzata sui propri passi può condurre ad una vita meravigliosa.”

COMPRA SU AMAZON